Atteso che non può attribuirsi al puro e semplice riconoscimento d’essere tenuto al pagamento di un tributo l’effetto di precludere ogni contestazione… (Civile Sent. Sez. 5 Num. 11481/2018)

11481
11/05/2018

Estratto dalla sentenza:

La CTR ha, inoltre, fatto buon uso dell’insegnamento di questa corte in base al quale “In materia tributaria, non costituisce acquiescenza, da parte del contribuente, l’aver chiesto ed ottenuto, senza alcuna riserva, la rateizzazione degli importi indicati nella cartella di pagamento, atteso che non può attribuirsi al puro e semplice riconoscimento d’essere tenuto al pagamento di un tributo, contenuto in atti della procedura di accertamento e di riscossione (denunce, adesioni, pagamenti, domande di rateizzazione o di altri benefici), l’effetto di precludere ogni contestazione in ordine all’an debeatur”, salvo che non siano scaduti i termini di impugnazione e non possa considerarsi estinto il rapporto tributario” (Cassazione 3347/2017).

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Commenti:

Chiudi il menu